News

CPZ GROUP VEDANESE - PALLAVOLO CAMBIAGO

Partita intensa, equilibrata, approdata al quinto set con due ore di gioco pieno di scambi spesso spettacolari e continui capovolgimenti di fronte. La differenza nel punteggio finale è di soli due punti (112 / 110) a favore delle vedanesi.

 

 

Per Vedano, reduce da una settimana difficile in cui gli infortuni dei due opposti e del libero (Piccoli) con una palleggiatrice che ha dovuto sospendere l’attività per un sospetto contagio Covid, la partita si presenta da subito in salita.

 

La squadra, con Cazzaniga in palleggio e Quastella nel ruolo di opposto, Stefanoni e Cordahi al centro, Piazza e Galliani schiacciatrici con Marini libero, fatica a trovare le misure e si trova in poco tempo sotto di 10 punti; Palumbo cambia regia ed affida la squadra alla giovane palleggiatrice U17 Ronzino che aveva disputato un’ora prima una partita finita al 5° set, e succede quel che non ti aspetti: la squadra risale la china fino a portarsi a meno 2.

 

Purtroppo la rimonta non si concretizza con la vittoria del 1°set, perso 24/26, ma la squadra comincia a crederci e disputa i due set successivi vincendoli 25/22 e 26/24, esprimendo una buona pallavolo in tutti i fondamentali: servizi efficaci, muri vincenti, difese acrobatiche e ricezioni precise ed una distribuzione che, con Cazzaniga rientrata in palleggio, favorisce conclusioni vincenti di tutte le attaccanti.

 

Purtroppo il trend positivo non viene confermato nel quarto set dove Cambiago gioca meglio e tra le vedanesi emerge un poco di stanchezza; inoltre la panchina particolarmente “corta” in questa giornata non aiuta a superare il momento difficile. Il set si chiude con il risultato di 25/22 per la Cambiaghese. Nel quinto le cose cambiano nuovamente e, dopo mezzo set in sostanziale equilibrio, è la Vedanese a guadagnare i due punti necessari per aggiudicarsi set e partita.

 

 

Top Scorer dell’incontro Gaia Piazza, classe 2001, ottimo prodotto del vivaio Vedanese, con i suoi 24 punti, ma il merito della vittoria è di tutta la squadra che, pur nelle ristrettezze numeriche, ha lottato dall’inizio alla fine dimostrando grande carattere sia sul campo, sia dalla panchina da dove non sono mai venuti meno il sostegno e l’incitamento.